Dopo lo sgombero, Piano Casa per i rifugiati 

“Una manifestazione importante che da visibilità a una città solidale, aperta, nonostante il fallimento delle istituzioni a via Curtatone e Piazza Indipendenza.” È quanto dichiara Stefano Fassina dal corteo in corso a Roma promosso dalle associazioni per il diritto all’abitare. 

“È ora di dare priorità alle ricollocazioni sugli sgomberi. Lunedì torneremo a chiedere alla conferenza dei capigruppo dell’Assemblea Capitolina, come abbiamo fatto negli ultimi sei mesi, un consiglio comunale straordinario per un Piano Casa. Auspichiamo che dopo la pilatesca assenza politica per inseguire il voto anti-migranti, la Sindaca Raggi incominci ad assumersi le responsabilità che ha. E auspichiamo anche dalla Regione Lazio un comportamento meno opportunistico. Mi ha colpito e mi è dispiaciuto sul piano politico e personale l’assoluto silenzio del Presidente Zingaretti su quanto avvenuto nella sua città, tra l’altro capoluogo della regione che amministra” ha concluso Fassina.

Così in una nota Stefano Fassina, deputato di Sinistra italiana e consigliere di Sinistra per Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *