STAZIONI DI ACILIA SUD E TOR DI VALLE. Ci  risiamo: i cantieri di nuovo a rischio sospensione.

 

La telenovela sulla costruzione della nuova stazione di or di Valle si arricchisce di colpi di scena, che la fanno somigliare sempre più ad un giallo. Auspichiamo che non si trasformi in horror.

Lavori di nuovo fermi da settimane, la Regione non se n’è accorta, il Comune forse neppure, Atac ha ben altre gatte da pelare in questo periodo, la ditta che sta eseguendo i lavori in sofferenza per la mancata corresponsione dei pagamenti. Questi gli ingredienti.

Riportiamo di seguito una presa di posizione congiunta del Coordinamento Comitati di Quartiere Entroterra X municipio e del Comitato Pendolari Roma Ostia sull’argomento, nonché la lettera che Italiana Costruzioni ci ha inviato (oltre ovviamente agli attori direttamente interessati).

Questo il comunicato congiunto.

Comunicato del Coordinamento CDQ Entroterra X Municipio e Comitato Pendolari Roma-Ostia

ATAC , società appaltante dei lavori nei cantieri delle stazioni Acilia Sud Dragona e Tor di Valle della ferrovia Roma Lido, sembrerebbe non aver ancora corrisposto quanto dovuto ad Italiana Costruzioni SPA (società appaltatrice): per un importo di circa 846.000 euro. Quest’ultima ha intimato, con formale comunicazione del 1 Agosto 2017, lo stop totale dei lavori entro il prossimo 21/8/2017 se le somme dovute non saranno liquidate entro i prossimo 20 agosto.

Ma già da settimane nei cantieri non c’è segno di vita. La Regione, incontrata solo due settimane fa, sull’argomento aveva dato rassicurazioni. ll Coordinamento Comitati Entroterra  X Municipio e il Comitato Pendolari Roma Lido si rivolgono ad ATAC SpA ed alla Regione Lazio, cui spetta rispettivamente il versamento e lo stanziamento delle somme, per chiedere lo sblocco immediato dei pagamenti, ma anche al Comune di Roma che aveva rassicurato la cittadinanza lo scorso maggio, a valle di una commissione congiunta LLPP e mobilità, sul termine dei lavori entro l’anno e aveva preso l’impegno di un nuovo incontro – anche con il Dipartimento SIMU, per affrontare lo spinoso problema della realizzazione delle opere di collegamento con la nuova stazione di Acilia Sud Dragona, prima dell’estate.

Di nuovo: servono fatti non chiacchiere, quelle se le possono risparmiare!

Pubblicato sul sito del comitato  pendolari Roma-Lido il 2 agosto 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *