Pallotta

Stadio: ancora una volta Roma svenduta a interessi privati

Su Tor di Valle e lo Stadio, la Giunta Raggi si allinea ai dictat degli interessi particolari e dimentica il bene comune promesso in campagna elettorale.

Le contraddizioni tra le retorica e la realtà sono insopportabili. Il progetto voluto dalla Giunta Marino era sbagliato, in primis per la localizzazione, ma almeno faceva pagare ai privati in infrastrutture, innanzitutto per la mobilità.

Il progetto Raggi riduce le cubature, del 30% non del 50%, ma rinuncia a circa il 60% delle opere. Come se non fosse già abbastanza, è arrivato in soccorso al progetto Tor di Valle il Governo Gentiloni e il Pd con la norma “ad Pallottam”, l’art 62 della “Manovrina”, che verrà approvata con il voto di Fiducia domattina anche al Senato.

L’operazione speculativa potrà, così contare sulla realizzazione fino al 20% di edilizia residenziale nel business park. È triste vedere la “diversità” del M5s durare soltanto pochi mesi. Solidarietà alle consigliere M5S che si sono sottratte a tale deriva. E solidarietà anche ai cittadini-elettori M5S ingannati.


sostieni la newsletter di Sinistra X Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *