Aziende pubbliche partecipate, bene comune inalienabile

di Coordinamento aziende municipalizzate Sinistra X Roma

La cattiva politica e i tagli del governo agli enti locali hanno determinato:

  • Dissesti nei bilanci
  • Debiti con banche e fornitori
  • Mancati investimenti in nuove tecnologie e ammodernamenti dei sistemi
  • Poltronifici nei CdA
  • Esternalizzazioni di attività primarie
  • Evasione tariffaria
  • Consulenze esterne clientelari
  • Macrostrutture dirigenziali elefantiache dettate da spartizioni politiche
  • Centri di spesa incontrollabili
  • Progetti industriali e accordi sindacali che hanno beneficiato dei sacrifici dei lavoratori ma non trasformandoli in recuperi di produttività e qualità dei servizi
  • Affidamenti in appalto a ditte esterne al massimo ribasso dei costi con contratti di lavoro precari e scarse garanzie di stabilità economica
  • Qualità e continuità dei servizi non all’altezza di una capitale europea
  • Gestioni incompetenti e malaffare emerso dall’inchiesta Mafia Capitale che hanno minato immagine e credibilità di impresa

Occorre un patto sociale con il mondo del lavoro, i cittadini romani e le istituzioni per discontinuità, competenze, risorse, progetti industriali all’altezza delle sfide di una moderna metropoli europea

 

INCONTRO PUBBLICO 

MERCOLEDì 10 MAGGIO ORE 17:30
SALA DEL CARROCCIO CAMPIDOGLIO

Introduce
Maurizio Carozzi

Interventi del Coordinamento aziende municipalizzate romane
Srtefano Caroselli (Atac), Roberto Meroldi (AMA), Maria Maggio (Roma Multiservizi), Enzo Salvitti (Farmacap)

Sono stati invitati i sindacati confederali e di base, associazioni utenti e pendolari e l’assessore Colomban

Conclude
Stefano Fassina, consigliere di Sinistra X Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *