Patrimonio capitolino: Importante mozione dell’Assemblea Capitolina su sospensione sgomberi e avvio confronto.

roma-non-si-vende-540x300

Sulla gestione del patrimonio capitolino in concessione, regolato da ultimo dalla delibera 140, si è fatto oggi un passo in avanti. Dopo la bella assemblea di “DecideRoma” e  grazie anche alla iniziativa di Sinistra X Roma il Consiglio Comunale ha fissato impegni chiari per la Giunta Raggi.

L’Assemblea Capitolina ha votato all’unanimità una mozione per la sospensione degli sgomberi generalizzati, per analizzare le singole posizioni e verificare i requisiti dei soggetti interessati. In questi mesi decine di associazioni e realtà autorganizzate che da tempo a Roma producono solidarietà, cultura, welfare spesso anche in sostituzione di servizi dovuti dalle istituzioni nazionali e territoriali, sono state costrette a interrompere le loro attività o portarle avanti in condizioni di incertezza e precarietà.

Ora, la Giunta deve iniziare al più presto un percorso di ascolto delle realtà coinvolte e dei cittadini per scrivere una delibera che sostituisca la 140/2015 e un regolamento coerente, innanzitutto a tutela delle positive le esperienze in corso.

È evidente che per raggiungere l’obiettivo va affrontato il soffocante nodo del debito capitolino e la zavorra della spesa per interessi. È condizione necessaria per correggere  la cosiddetta “valorizzazione” del patrimonio del Comune di Roma, ossia la sua alienazione e gestione for profit, e affermarne il fine sociale.

Leggi la mozione


sostieni la newsletter di Sinistra X Roma