Forlanini bene comune

ROMA A SINISTRA

15977982_1188466731208462_622221981638352547_n

Comunicato del Coordinamento dei Comitati, delle Associazioni e dei Cittadini per il Forlanini proprietà pubblica comune

Il Coordinamento vista la delibera della Regione Lazio del 13 dicembre scorso concernente la “ valorizzazione del compendio immobiliare dell’ex Ospedale Forlanini” ritiene che la Regione Lazio stia tentando la svendita del suddetto complesso rendendolo da “indisponibile a disponibile” alla vendita e alienandolo alla misera cifra di 70 milioni di euro cifra del tutto incongrua per un complesso immobiliare di 280 mila mq con il suo bellissimo parco. La Regione sostiene in un suo comunicato che si cerca di individuare un interlocutore interessato all’acquisto che sarà comunque un istituzione pubblica. Esiste già questa figura oppure ci dobbiamo aspettare che non ci sarà e quindi poi si potrà passare ad un privato? In questa situazione a pensar male non si sbaglia.

La Regione Lazio si è resa sempre latitante di fonte agli appelli dei cittadini che da tempo insistono per conoscere la definitiva destinazione del ex nosocomio e che più volte hanno richiesto un incontro ma inascoltati, il coordinamento vuole evitare che l’ex Ospedale finisca in mano a privati perdendo la sua funzione socio-sanitaria per cui era stato a suo tempo costruito.

Non si può e non si deve far cassa sulla pelle dei cittadini, che hanno visto chiudere un Ospedale di eccellenza sanitaria, con tutti i problemi che ci sono nella richiesta di sanità a Roma, per poi lasciarlo coscientemente abbandonato all’incuria ed al degrado.

A quanto è dato capire dalla delibera “ la realizzazione diretta da parte della Regione di un proprio Polo istituzionale comporterebbe un rilevante impegno finanziario tempi di realizzazione comunque lunghi e non risolverebbe il problema legato alla gestione del compendio che continuerebbe a generale notevoli spese correnti per la preservazione e la sicurezza:” Insomma la Regione Lazio e il Presidente Nicola Zingaretti se ne lavano le mani. Dov’è finita la “Cittadella della Pubblica Amministrazione”? Anche se noi abbiamo sempre ritenuto che tale utilizzo non possa essere sostenuto urbanisticamente dalle strutture del quartiere. Dov’è finito l’abbattimento dei costi degli affitti passivi?

Il Coordinamento assieme a cittadini respingono con forza la logica della suddetta delibera e si adopereranno in tutti i modi possibili per cambiare la direzione che spinge la Regione Lazio ad alienare in questo assurdo modo un bene comune.


sostieni la newsletter di Sinistra X Roma