Stadio: Vince Roma

ROMA A SINISTRA

businesspark
Comunicato del Comitato Salviamo Tor di Valle dal cemento

Stadio: vince la città di Roma che in maggioranza chiede trasparenza, rispetto delle regole, progetti di qualità.

La Conferenza dei servizi ha finalmente posto termine al frastuono provocato da quanti, in nome della pura speculazione, hanno usato ogni mezzo per imbrogliare Roma e i suoi cittadini.
Continue reading “Stadio: Vince Roma”

Stadio della Roma. In arrivo una legge della regione Lazio. Se approvata, permetterà di trasformare le cubature delle palazzine in edilizia abitativa

businespark
di Antonello Sotgia
E se l’edilizia abitativa rispuntasse anche in mezzo ai 600mila metri cubi di cemento della grande opera calcistica di Tor di Valle? L’ipotesi non è peregrina. Nei tre commi all’interno della legge di stabilità 147/2013 che compongono la cosiddetta «legge sugli stadi», il dispositivo che fissa il surplus edilizio oltre l’impianto sportivo è perentorio: «Non si possono prevedere altri tipi di intervento, salvo quelli strettamente funzionali alla fruibilità dell’impianto e al raggiungimento del complessivo equilibrio economico-finanziario dell’iniziativa e concorrenti alla valorizzazione del territorio in termini sociali, occupazionali ed economici e comunque con esclusione della realizzazione di nuovi complessi di edilizia residenziale».
Continue reading “Stadio della Roma. In arrivo una legge della regione Lazio. Se approvata, permetterà di trasformare le cubature delle palazzine in edilizia abitativa”

Sei personaggi in cerca di uno stadio

businespark
di Alberto Benzoni
La storia che si racconta qui è, insieme, una storia esemplare e infinita. Esemplare perché tutti, dico tutti, i suoi personaggi- nell’ordine il costruttore, la banca, il presidente di una società sportiva, il comune, la stampa, il partito e/o movimento politico- sono clamorosamente venuti meno al loro ruolo istituzionale. E, infinita perché il compromesso raggiunto, oggettivamente salomonico ( uno stadio, molte opere, molte cubature a compensazione inaccettabile; uno stadio niente opere niente cubature impossibile; e allora facciamo uno stadio mezze opere mezze cubature), si regge sulla sabbia anzi, nel caso specifico, sull’acqua. Bastando, a ritardarne se non ad impedirne la realizzazione, le impuntature di questo o di quello, le liti tra le varie istituzioni oppure il riemergere del cosiddetto Vincolo ignoto, magari  sotto la forma dello scheletro insepolto di qualche imperatore romano.
Continue reading “Sei personaggi in cerca di uno stadio”

Stadio: valuteremo il nuovo progetto, ma permangono punti critici

Stadio della Roma
Stefano Fassina
Difficile comprendere i toni trionfalistici del M5s sull’accordo per il progetto a Tor di Valle. Valuteremo con attenzione la revisione, ma alcuni primari punti critici rimangono, a cominciare dalla localizzazione, come ha riconosciuto fino a 48 ore fa Beppe Grillo con ‘lo stadio sulle palafitte'”.
Continue reading “Stadio: valuteremo il nuovo progetto, ma permangono punti critici”

Nessun risarcimento è dovuto per il fallimento del Business Park!

ROMA A SINISTRA

businesspark

Nessun risarcimento è dovuto per il fallimento del Business Park!

Comunicato del Comitato Difendiamo Tor di Valle dal Cemento

Nella rabbia per la possibile perdita di profitti milionari derivanti dalla progettata speculazione edilizia a Tor di Valle, i proponenti del Business Park minacciano ora la città di Roma di richieste di risarcimento milionarie.  Continue reading “Nessun risarcimento è dovuto per il fallimento del Business Park!”

INU: un errore legare lo stadio ai grattacieli

ROMA A SINISTRA

businesspark

Comunicato dell’Istituto Nazionale di Urbanistica

E’ stato un errore confondere lo stadio con i grattacieli e metterli  insieme sulla riva del Tevere. La Valle del Tevere va tutelata: non  ammette operazioni così invadenti. E’ stato un errore stravolgere il  PRG invertendo il principio sacrosanto dell’uso pubblico della rendita  che per i due terzi deve tornare alla città. Principio stabilito dal  Piano Regolatore vigente dal 2008 e poi divenuto norma nazionale”:  comincia così un documento della sezione Lazio dell’Istituto Nazionale  di Urbanistica, che sottolinea gli errori e le incongruenze  dell’operazione stadio a Roma a Tor di Valle ed elenca le possibili  soluzioni.

Continue reading “INU: un errore legare lo stadio ai grattacieli”

La mossa dei “burocrati” che salvano il paesaggio

veduta-ippodromo-tor-di-valle

di Tomaso Montanari

Dialogando amabilmente con Matteo Salvini, Maria Elena Boschi si era impegnata in diretta televisiva (a Porta a Porta, il 16 novembre scorso) a chiudere le soprintendenze («io sono d’accordo diminuiamo le soprintendenze, lo sta facendo il ministro Franceschini. Aboliamole, d’accordo») dopo la vittoria del Sì al referendum costituzionale.

Sappiamo com’è finita: e, per ora, le soprintendenze ci sono ancora.

Continue reading “La mossa dei “burocrati” che salvano il paesaggio”