Diamo voce ad una reale opposizione ad ogni fascismo e razzismo.

Comunicato FIOM

Sabato 10 febbraio la Fiom sarà presente alla manifestazione nazionale indetta dopo il gravissimo attentato terroristico di matrice fascista e xenofoba che ha colpito la comunità di migranti di Macerata. Non è possibile trattare quanto successo a Macerata come l’ennesimo caso di cronaca in cui un folle si fa giustizia da solo. Un potenziale assassino per odio razziale e fascismo dichiarato, che usa il pretesto della tragica morte violenta di una ragazza per il suo sfogo di sangue, non è un delinquente come gli altri.

Chi ha sparato per le strade della città di Macerata ha un profilo politico chiaro: candidato della Lega alle amministrative,tatuaggio che richiama la Terza Posizione in fronte, frequentazioni in vari ambienti di estrema destra; e al momento dell’arresto ha fatto il saluto romano con il tricolore legato al collo. Si tratta evidentemente di un’azione di matrice fascista e squadrista. Sono sempre più frequenti nel Paese episodi in cui principi costituzionali vengono messi sotto attacco.
E’ necessaria una forte risposta da parte delle forze sociali e antifasciste di tutto il Paese per costruire una grande manifestazione per dare voce ad una reale opposizione ad ogni fascismo e razzismo. Per questo aderiamo e saremo presenti al corteo che i cittadini e le cittadine delle Marche hanno indetto a Macerata.

E invitiamo i delegati e le strutture della Fiom alla massima partecipazione e a portare striscioni e bandiere.

L’appuntamento è alle 14.30 presso la stazione Fs di Macerata.

Pubblicato sul sito Fiom Roma e Lazio il 8/2/2018

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *