Diritto all’abitare: manifestazione il 7 in Campidoglio

Cgil Roma e Lazio

“Roma continua a languire, senza un progetto generale di ripresa e senza dare voce alle centinaia di migliaia di persone che vivono in condizione di povertà. I bisogni essenziali, quelli incomprimibili, non vengono soddisfatti, a partire dal diritto ad avere un’abitazione dove vivere dignitosamente. E’ necessario, pertanto, superare definitivamente la condizione emergenziale, essendo diventata progressivamente strutturale. Il 7 dicembre saremo in Campidoglio per rappresentare le nostre ragioni”. Lo dice Roberto Giordano, segretario della Cgil di Roma e del Lazio.

“Quando in una città ci sono 7mila sfratti l’anno e 40mila case invendute, c’è un problema di giustizia ed equità sociale. Quando il Comune di Roma assegna due appartamenti al giorno e ne sfratta 15, diventa necessario un progetto a lungo termine. E la risposta, ormai è opinione comune, non possono essere i residence, che costano molto (28 mln euro) e non risolvono il problema”.

“Come è naturale che sia, le problematiche abitative s’intersecano con quelle legate al fenomeno delle migrazioni, al tema dell’accoglienza (non abbiamo dimenticato via Curtatone), alla mancanza di un progetto serio, condiviso, partecipato”.

“Il Comune si renda disponibile con i suoi assessori alla casa e alle politiche sociali a un confronto permanente con chi vive e gestisce questi problemi tutti giorni. Il nostro obiettivo non è la polemica politica, ma risolvere i problemi e dare risposte a chi è maggiormente in difficoltà”.

Pubblicato sul sito Cgil Roma e Lazio il 4/12/2017

sostieni la newsletter di Sinistra X Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *