Un anno dopo la vittoria del NO al Referendum Costituzionale.

Alfiero Grandi e Stefano Fassina: proposta di legge per togliere il pareggio bilancio da Costituzione.

Via a raccolta firme. Azzariti, salvaguardare diritti persona

ROMA, 4 DIC – Nel giorno dellanniversario della vittoria del No al referendum il Coordinamento per la Democrazia Costituzionale lancia la raccolta firme per una legge di iniziativa popolare che ha lobiettivo di eliminare il vincolo del pareggio di bilancio dalla Carta.

“Abbiamo presentato oggi il testo in cassazione e contiamo di portare la proposta di legge al prossimo Parlamento”, spiega Alfiero Grandi in una conferenza stampa a Montecitorio alla quale hanno preso parte, tra gli altri, il professore di Diritto Costituzionale Gaetano Azzariti – che ha redatto il testo – e il deputato di Sinistra Italiana Stefano Fassina.   La proposta punta alla modifica degli articoli 81, 97, 117 e 119 della Costituzione che riguardano lequilibrio di bilancio.Suo obiettivo e “salvaguardare i diritti fondamentali della persona”. “Il limite a qualsiasi governo eil rispetto dei diritti fondamentali" e nel testo "sono bastate sette parole" per "cambiare con sapienza" la Costituzione: "rispetto dei diritti fondamentali", spiega Azzariti sottolineando come, in tal modo, "abbiamo messo prima i diritti della persona rispetto ai principi economici, abbiamo esplicitato un concetto" gia contenuto nella Carta. (ANSA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *