Fermiamo la svendita dell’ex deposito Atac di Piazza Ragusa

Comunicato Rete Territoriale VII Municipio Cinecittà Bene Comune

Come rete territoriale del VII Municipio Cinecittà Bene Comune in questi anni abbiamo presentato un progetto di recupero dell’ex deposito Atac di Piazza Ragusa in funzione di un piano per la mobilità sostenibile. L’idea progettuale prevede la riconversione ecologica di tutta la struttura: l’obiettivo è quello di realizzare un polo ecologico in grado di offrire il servizio di trasporto pubblico per il centro storico e per le aree urbane limitrofe, valorizzando la tutela dell’ambiente e la promozione di una mobilità alternativa al servizio del traffico locale e di quello indotto dalla vicina stazione Tuscolana, rilanciando i livelli occupazionali, e riqualificando e selezionando in termini di ecosostenibilità l’offerta in risposta alla crescente domanda di mobilità. La riattivazione della struttura inoltre permetterebbe alla piazza antistante di non cadere in situazioni di degrado e abbandono, garantendo un ritorno in termini di sicurezza sociale per tutta l’area circostante in previsione anche dell’apertura notturna della struttura, tornando così ad una storica funzione sociale del deposito, aprendo parte degli spazi a comitati ed associazioni.

Attualmente tutto ciò che riguarda Atac è “appeso a un filo”; il fallimento dell’azienda è dietro l’angolo così l’immobile di Piazza Ragusa è nuovamente a rischio vendita,in netto contrasto con la volontà della cittadinanza che ne vorrebbe la riqualificazione e la riattivazione e che sta raccogliendo firme per una petizione in difesa di questo bene comune urbano tutelato da un vincolo storico.

L’intero trasporto pubblico nella sua totalità è a rischio privatizzazione. Ciò arrecherebbe un danno non solo ai lavoratori ma anche a noi cittadini. Ma questo danno,lo ribadiamo, e il più generale disastro di Atac, sono da imputare alle scelte scellerate di mala gestione dell’azienda e non ai lavoratori senza stipendio da mesi!! I lavoratori del trasporto pubblico sono in mobilitazione quasi permanente. Come rete territoriale siamo solidali con chi non viene pagato da mesi o con chi lavora in condizioni disumane o con chi sta perdendo il lavoro perché molti di noi, pur non essendo dipendenti Atac, versano nelle stesse condizioni di precarietà. Rimaniamo convinti che l’imperativo del momento sia riconnettere il tessuto sociale disintegrato, e ciò passa necessariamente attraverso il dialogo, la comprensione reciproca e la solidarietà.

Invitiamo la cittadinanza,le associazioni, i lavoratori,i comitati a partecipare lunedì 4 dicembre alle ore 16 ad un presidio presso la sede Atac di via Prenestina 45, per chiedere con forza la realizzazione del progetto di riqualifica del deposito di piazza Ragusa e per ribadire che il trasporto pubblico è un bene comune e in quanto tale, va difeso!
Chiederemo durante il presidio un ennesimo incontro con Atac.

Il trasporto pubblico è un bene comune,difendiamolo!  Lunedì 4 dicembre ore 16 presidio presso sede Atac via Prenestina 45

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *