Comunicazione per ragazzi sordi: presidio lavoratori sotto Regione Lazio

Comunicato FP Cgil Roma e Lazio

Gli oltre 250 assistenti alla comunicazione per ragazzi sordi sono ancora in attesa di sapere dove e quando opereranno, nonostante sia già iniziato l’anno scolastico. Circa 500 ragazzi sordi, di conseguenza, non possono frequentare regolarmente le lezioni.

Nonostante la rendicontazione da parte della cooperativa, dalla Regione Lazio risultano ritardi nei versamenti di alcune mensilità e l’assenza di indicazioni certe sull’attivazione del servizio, già prorogato per lo scorso anno scolastico e ora in attesa del nuovo bando di assegnazione.

Gli assistenti alla comunicazione hanno acquisito un alto livello professionale negli oltre 15 anni di storia del servizio, gestito dalla ex Provincia di Roma e ora passato alla Regione a seguito del riordino previsto dalla legge Delrio, che ha trasformato la provincia in Città metropolitana. Le difficoltà amministrative dovute al passaggio di funzioni tra i due enti non possono in alcun modo ricadere direttamente sul diritto al lavoro di personale qualificato e mettere a rischio il diritto allo studio dei ragazzi non udenti.

Pubblicato sul sito FP Cgil il 26/9/2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *