Migranti: destre alimentano conflitti. Preoccupante esito incontro in Prefettura a Roma

Stefano Fassina
Sugli incidenti al centro di accoglienza di via del Frantoio andrebbero evitate le solite speculazioni politiche. Dovrebbero evitarle in particolare le destre, dentro e fuori le istituzioni, impegnate h24 a criminalizzare i migranti e ad alimentare i conflitti, invece che provare a risolvere i problemi. È evidente che sulle periferie si sono scaricati problemi enormi. È evidente che da tanti anni Roma non ha politiche per l’accoglienza e l’integrazione.
È carenza specifica di un problema generale: l’assenza di politiche adeguate per la dilagante sofferenza economica e sociale della città. È innanzitutto urgente rispondere alla necessità di case per chi a Roma vive in mezzo alla strada o è costretto a occupazioni abusive.
Abbiamo proposto un Consiglio Comunale straordinario sulle politiche abitative. Va calendarizzato al più presto. I migranti in via Curtatone sono soltanto la punta di un iceberg.
Ed è molto preoccupante l’esito dell’incontro oggi in Prefettura tra Comune e Regione e i rappresentanti degli occupanti sgomberati da Piazza Indipendenza.
Le carenze della Giunta Raggi non possono essere alibi per l’inazione della Regione Lazio e del Governo Nazionale. Su quanto avvenuto a Roma il Ministro dell’Interno dovrebbe lasciare il posto al Ministro delle Infrastrutture e al Ministro del welfare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *