Stadio: valuteremo il nuovo progetto, ma permangono punti critici

Stadio della Roma
Stefano Fassina
Difficile comprendere i toni trionfalistici del M5s sull’accordo per il progetto a Tor di Valle. Valuteremo con attenzione la revisione, ma alcuni primari punti critici rimangono, a cominciare dalla localizzazione, come ha riconosciuto fino a 48 ore fa Beppe Grillo con ‘lo stadio sulle palafitte'”.

Inoltre scompaiono alcune infrastrutture rilevanti, come la bretella dalla Roma-Fiumicino, il prolungamento della Metro B, oltre al ponte sul Tevere. Si faranno in una seconda fase? Quali garanzie hanno i cittadini?
Infine, a proposito di rispetto delle regole, anche dopo la revisione, il progetto richiede l’ennesima, ampia, variante al Piano Regolatore. Altri centinaia di migliaia di metri cubi di cemento, in una città che ha l’emergenza di recuperare sterminate periferie con opportunità di lavoro qualificato per migliaia di imprese edili e artigiane, invece che per un solo megacostruttore.
Chiediamo alla Sindaca Raggi di venire al più presto in Assemblea Capitolina a illustrare in dettaglio il progetto concordato con AS Roma e Parnasi.